It Had to Be You

DESTINO – Chi crede nel destino? È un po’ come diceva Totò, per la iella. ‘Non è vero, ma ci credo’. Parlare di destino è un po’ come avventurarsi in un terreno in cui si può coltivare di tutto, anche lo scetticismo. ‘Era così che doveva andare’ o ‘Cosa ci posso fare, è il mio destino’. Che brutta visione del destino. A meno che…a meno che non ci concentriamo sulle cose belle che ci accadono, magari non ‘per caso’. Magari perché ce le siamo meritate, o costruite. A volte riuscendo, a volte no. Perché? Ecco, il destino.

ARTEFICI – Chi non crede nel destino? Beh, affidarsi solo al destino sarebbe un po’ una follia, anche se in molte culture si crede che la vita umana sia un andare avanti, sempre verso il nostro inesorabile destino… però non lo conosciamo, quindi qualunque cosa ‘ci accada’ o ‘facciamo accadere’ era destino. Ecco, chi non crede nel destino è ‘Artefice del proprio destino’. In questa accezione, il destino è meno fatalistico e più deterministico: dipende, da tanti aspetti, tra cui quello che faccio. I latini dicevano ‘unusquisque faber fortunae suae’ ma…non è certo una formula sicura al 100%

IT HAD TO BE YOU – Ecco un campo in cui il destino è quasi un ‘must’, una parola d’ordine. In amore, per quanto ti sforzi, non puoi dominare la chimica (ops, troppo scientifica per essere ‘destino’?). Allora, finalmente, quando lo trovi, ti vien da dire: “Finalmente, era ora, dovevi proprio essere tu!”.

Dovevi esser tu, dovevi esser tu, ho cercato dappertutto e finalmente ho trovato la persona che mi fa essere me stesso fino in fondo, a volte anche triste, ma sono felice di essere triste pensando a te.

#Musica, un Manuale per Tutti – Per qualunque informazione potete contattare direttamente l’autore ( maestromazzola@gmail.com ) oppure visitare la pagina dedicata su questo sito. Il Manuale è in vendita su Amazon.it ed è attualmente in fase di traduzione in inglese!

Buona Musica! M° Emanuele Mazzola

it had to be you

Comments are closed.

Blog at WordPress.com.

Up ↑

%d bloggers like this: